Turismo locale: ecco perché noi ci abbiamo sempre creduto

6 mai 20202 min di lettura
Turismo locale

Finalmente vediamo la luce alla fine del tunnel. Dopo mesi passati in casa, ora stiamo entrando in una nuova fase: la normalità, lo sappiamo, è ancora lontana, tuttavia abbiamo recuperato la speranza e ora guardiamo al futuro con occhi diversi. 

Il settore turistico, come in generale quello dei servizi, è stato uno dei più colpiti dalla crisi, e anche in Weekendesk abbiamo dovuto rimboccarci le maniche e prepararci a nuova realtà, ad un modo di viaggiare che, inevitabilmente, cambierà.  

Come viaggeremo dopo la quarantena

Ancora non sappiamo con certezza quando le strutture potranno riaprire e quali saranno le limitazioni. Però una cosa è chiara: il turismo locale sarà la chiave dei prossimi mesi. Perchè? Non solo perché gli spostamenti saranno probabilmente limitati. Non solo perché sarà più semplice organizzare un viaggio a qualche ora di distanza da casa. Il turismo locale sarà quello che permetterà a piccole e medie imprese ad uscire lentamente dalla crisi. E quindi, che aiuterà a rimettere in moto l’economia nazionale. 

Natura, attività all'aria aperta

Weekendesk ha sempre promosso il turismo locale, anche quando il resto del mondo guardava verso mete lontane ed esotiche. Abbiamo sempre creduto che non fosse necessario viaggiare a chilometri di distanza per rompere la routine di tutti i giorni, che conoscere il proprio territorio fosse una delle ricchezze più grandi, che scoprire luoghi a pochi chilometri da casa fosse il modo migliore per staccare la spina. Quindi non solo continueremo a promuovere il turismo locale, ma in questa situazione vogliamo mettere a vostra disposizione tutte quelle attività, che per cause di forza maggiore, avete dovuto mettere in stand-by per qualche mese. 

Evitare il turismo di massa

In questa nuova fase pubblicheremo contenuti per promuovere quella che la vostra regione ha da offrirvi e che forse non avete ancora esplorato. Luoghi sconosciuti a pochi passi da casa, idee per weekend alternativi, attività che potete praticare. Un weekend gastronomico per dimenticare le centinaia di ricette che abbiamo cucinato incessantemente in questi mesi; o un soggiorno rilassante alle terme per dare sollievo a tutti quei muscoli che abbiamo messo in moto con le sessioni incessanti di pilates online; o qualche giorno dispersi nella natura per goderci il sole e ossigenare i polmoni dopo aver passato le nostre giornate al chiuso. A livello turistico l’Italia è uno dei paesi più ricchi al mondo, approfittiamone! Mare, montagna, campagna, città artistiche, borghi nascosti, parchi naturali, laghi, fiumi, ristoranti stellati, prodotti enogastronomici certificati, Patrimoni dell’Unesco..lasciati ispirare. Al resto, ci pensiamo noi.