5 motivi per visitare Procida, Capitale della Cultura 2022

19 janvier 20213 min di lettura
Procida Capitale della Cultura 2022

La notizia della vittoria di Procida che si è aggiudicata il titolo di Capitale della Cultura 2022 ha già fatto il giro di tutta Italia. In lizza con altre 9 località, la piccola isola campana ha vinto grazie al progetto La cultura non isola che i giudici hanno considerato come un possibile modello per lo sviluppo culturale delle realtà isolane e costiere di tutta l’Italia. 

Una vittoria dell’Italia “minore”, quella legata al mare, che ha fatto suo il concetto di turismo slow e di prossimità e che diventa l’obiettivo per rilanciare la cultura di tutto il paese.

Ma prima d’oggi, cosa sapevate di quest’isola a ridosso della famosa Ischia? Leggende millenarie, un affascinante patrimonio paesaggistico, una tradizione culinaria da leccarsi i baffi: ecco tutto quello che dovete sapere su Procida e perché vi consigliamo di visitarla.

1. Conoscere le leggende di Procida

La nutrice di Enea sepolta sull’isola dall’eroe di Virgilio. La battaglia fra giganti e gli Dei dell’Olimpo. L’Arcangelo Michele che mise in fuga Barbarossa. Nonostante si abbiano ancora dei dubbi sull’origine del suo nome, Procida è affascinante ed è ricca di leggende che nel tempo sono diventate parte del folklore. I suoi abitanti ne vanno fieri, tanto che in diversi testi si rivolgono a Procida come alla mia patria.

2. Visitare i luoghi più instagrammabili

Visitare e postare. Se siete questo tipo di turista o semplicemente siete amanti della fotografia, non perdetevi  i 3 luoghi più instagrammabili (e affascinanti) dell’Isola. Stiamo parlando del Belvedere dei Cannoni, uno dei punti panoramici più d’Italia da cui vedere in un solo sguardo l’estrema bellezza di Procida; del molo della Corricella, da cui immortalare questo borgo di pescatori con le sue tipiche case colorate arroccate sulla montagna; dei faraglioni di Chiaiolella visti dalla spiaggia di Ciraccio, per una foto circondati dalla natura più selvaggia. 

3. Sfuggire dal turismo di massa

Fortunatamente Procida non è stata ancora presa di mira dal turismo di massa. Solitamente i viaggiatori soggiornano ad Ischia o Napoli e visitano Procida solamente in giornata, tralasciando molte zone dell’isola. Noleggiate un motorino e visitatela in lungo e in largo, fate un giro in kayak per ammirarla dal mare, infilatevi nelle piccole chiesette e nei musei d’arte, rilassatevi in una delle sue bellissime spiagge: ne vale davvero la pena! 

4. Assaporare i piatti della tradizione

Non avete davvero visitato un posto se non avete assaggiato i piatti locali. A Procida avete l’imbarazzo della scelta ma non potete andare via senza aver assaggiato la mitica Insalata di Limoni, i succulenti Spaghetti con i Ricci, gli autentici Calamari Ripieni alla procidana e il selvaggio Coniglio alla Procidana.

5. Sentirsi come un attore sul set

A Procida sono state girate scene di moltissimi film italiani e internazionali. Visitate i luoghi dei set e sentitevi come Liz Taylor in Cleopatra, come Matt Damon ne Il talento di Mr. Ripley, o come Massimo Troisi ne Il postino. Un modo alternativo per scoprire l’isola che vi farà capire il perché Procida è uno dei luoghi da visitare almeno una volta nella vita.

Siete a Procida solo di passaggio? Se state organizzando un viaggio sulla Costiera Amalfitana leggete i nostri consigli qui